The Story

The Story

Leonardo Martera (pseudonimo: Leo Martera) (Firenze, 25 Giugno 1968) DJ, VJ, compositore e batterista italiano, in attività dalla metà degli anni Ottanta.

Apprezzato batterista si è dedicato allo sviluppo delle sonorità tribali ed elettroniche, il suo drumming preciso ed incalzante è una alchimia fra estro e creatività e si sposa con le sonorità anni ottanta, la sua ricerca sta nella ripetizione e nel meltinpot fra l'uso delle sonorità acustiche mixate a quelle elettroniche, ha collaborato con bands come Neon, Planetfunk

Biografia

Leonardo Martera inizia a interessarsi al mondo delle percussioni all'età di dieci anni, intagliandosi le prime bacchette dalle cornici dei quadri di suo padre (Francesco Martera, Architetto/Pittore). Alcuni anni dopo, i suoi genitori gli regalarono una batteria.

Le prime esperienze musicali avvengono nel primo anno del liceo scientifico: quando fonda una band con i compagni di scuola; passato poi all'Istituto d'Arte di Firenze, tramite un annuncio affisso in bacheca in cui dichiarava i propri gusti musicali (Kiss, Ac/Dc, Mötley Crüe, Van Halen) conosce i membri degli Iron Mould, band locale di Glam Rock e uno dei pochi gruppi appartenenti a questo genere in Italia. Con questi, partecipa al festival Italian Massacre (23-24 giugno 1984, Gazoldo degli Ippoliti Mantova) dove si esibirono tutte le realtà della scena metal italiana come Vanadium, Death SS, Sabotage, Bad Toys, Strana Officina, Rollerball ecc. Nonostante la partecipazione, gli Iron Mould non furono messi in cartellone.

Negli anni Ottanta, si avvicina ai suoni più elettronici, come quelli dei Kraftwerk,in quegli anni l'ambiente musicale fiorentino era molto attivo, mostrando particolare interesse per la new wave, il dark e il punk.

Nel 1981 nasce il Tenax, locale che diventerà' immediatamente fulcro dell'avanguardia musicale cittadina, ospitando, nel corso degli anni, concerti di gruppo come, Bauhaus, Psychedelic Furs, New Order, Sisters of Mercy.

Contemporaneamente il Tenax diventa anche una delle discoteche più famose d'Italia pur continuando a funzionare anche come palcoscenico per band importanti quali Tears For Fears, Tuxedomoon, Human League, D.A.F., Neon, Litfiba, Frankie Goes To Hollywood.

Proprio grazie a un provino al Tenax, nel 1987, avviene l'incontro con la "cult-band" Neon, gruppo di riferimento dell’electro-darkwave europea.

Con loro partecipa alle tournée della band in Russia, Francia, Belgio, Olanda e Spagna e registra l'LP “Crimes of Passion III” ed il Live in Russia “Trash for Gorby”. Questa collaborazione dà inizio alla sua carriera di professionista, che lo porterà a collaborare con molti artisti.

Nel 1991 Registra l’album “Garbo e il Presidente" (Polygram) con l'artista italiano Garbo e suona nella relativa tournée.

Successivamente registra con la band italiana Anhima l'album “Impossibile mutazione” nel 1996 e "18" nel 2014.

Nel 1996 crea e presenta a Match Music (televisione satellitare) lo special musicale “ Bum Bum Mantra Musica, spiritualità e tecnologia”.

La sua ricerca sul ritmo continua con la riflessione "la ripetizione porta all'illuminazione"

IL RITMO

IL BATTITO DEL CUORE,

IL NASCERE ED IL CALARE DEL SOLE,

LA PREGHIERA,

IL MANTRA BUDDISTA,

IL ROSARIO CRISTIANO,

LA RIPETITIVITA',

IL MOVIMENTO SESSUALE,

LO SCANDIRE DI UN RITMO, SUDDIVISO IN MANIERA MILLESIMALE, GENERA IL SUONO CHE INCARNA LE RADICI DELL' UMANITA'.

ATTRAVERSO UN LINGUAGGIO PRIMORDIALE,

IN UN PERCORSO EVOLUTIVO CHE UNISCE STRUMENTI A PERCUSSIONE ED EMOZIONI,

ARRIVIAMO A METABOLIZZARLO ED A DECODIFICARE IL SUO MESSAGGIO SEDUCENTE,

ATTRAVERSO OGNUNA DELLE PERCEZIONI CHE ATTIVA...

Collabora con i Planetfunk dal 2003, registrando l'album "The illogical consequence"; nel 2004 partecipa ad alcuni rmx del gruppo come “Sott’acqua” (Alan Sorrenti) e “Prima di partire per un lungo viaggio” (Irene Grandi/Vasco Rossi); nel 2005, sempre con i Planetfunk, si esibisce nel tour europeo, al Festivalbar, a Cd Live, a Top of the Pops, all’ MTV Day, al Coca Cola Live, al Live 8 e partecipa alla promozione dell’album “Static”.

Scrive con Irene Grandi “Messaggera di Giove”, contenuta nell’album “Alle porte del sogno deluxe version”.

Leo Martera è membro e fondatore del progetto 2TOODRUMS, con il quale ha prodotto

nel dicembre del 2013 singolo “Ride on me” per l’etichetta statunitense King street (la storica label newyorkese, una delle maggiori istituzioni della house music americana) con la quale hanno collaborato fra gli altri dj quali: LITLE LOUIE VEGA, KERRI CHANDLER, LENNY FONTANA.

Nel 2015 editi dalla statunitense king street usciranno altri due singoli "King stop the beat!" e "Love" che faranno parte del primo ep di 2TOODRUMS.

Nel 2016 Leo Martera inizia una collaborazione con l'etichetta berlinese Resopal Schallware per la quale è uscito l'EP Jack is Black che contiene i due singoli Shame e Up Woman